Chitarra jazz – Walter Donatiello

strumento-chitarra-professionale-diploma

Un percorso didattico serio non dovrebbe mai lasciare ne dubbi ne la possibilità di non aver capito l’obbiettivo che si cerca! Negli ultimi anni il CEMM ha rinnovato la didattica e i docenti, tutti altamente formati e soprattutto dei musicisti VERI!

Questo percorso così strutturato, da la possibilità di interagire con diverse materie che porteranno alla completezza di un percorso professionale, o meglio, alla consapevolezza che la MUSICA è UNA COSA SERIA!

I Livelli PROPEDEUTICI

I livelli propedeutici sono due e danno la grande possibilità di recuperare e/o colmare lacune che spesso sono di una grandissima importanza per poter iniziare un percorso didattico serio ed avere chiaro quello che lo studente studia.

I livelli PROFESSIONALI

 

È il primo di quattro e non è necessario accedere per forza al primo ma, con un test appropriato, lo studente verrà collocato al livello che gli compete. I requisiti sono una conscenza di base delle nozioni che possano permettere al docente di dare inizio ad uno studio organizzato delle forme base del blues e del bebop iniziando a creare materiale essenziale, come la pronuncia jazzistica sulle forme semplici, e inserendo aspetti ritmici, metrici, melodici e armonici. Il corso prevede : Armonia, Tecnica d’improvvisazione, Storia della Musica, Eartrainig, Performer laboratori.

Gli esami del 1°livello

Gli esami devono permettere di verificare allo studente il suo effettivo grado di preparazione, senza mezzi termini e si svolgeranno davanti a una commissione di jazzisti affermati o didatti che possano realmente valutarne la preparazione . I test di Armonia che saranno strutturati in 4 livelli (quindi uno per livello) saranno suddivisi i in una parte scritta e una orale Al test di armonia bisognerà aggiungere un test scritto di ear-trainig e un test orale per l’approccio teorico ritmico.

Si richiede un uso consapevole dell’ armonia inerente al 2°livello (vedi programma) in più vi saranno le prove di ear-trainig ,-storia della musica e la prova di performer. Qui vi saranno almeno 2 laboratori obbligatori per il bebop tra cui uno di blues.

L’obbiettivo musicale è quello di suonare o cantare uno standard con un lessico che porti alla consapevolezza dell’uso isometrico o isoritmico degli accenti, collocazioni armoniche reali rispetto all’ armonia funzionale o tonale.

Gli esami del 2° livello

Oltre a quanto richiesto per il 1° livello la commissione chiede un esercizio di lettura a prima vista di un brano dato al momento.

Deve dare una svolta al musicista che frequenta il corso professionale infatti si richiede un lessico maturo, e una conoscenza appropriata dell’aspetto della tradizione del jazz .

L’obbiettivo è quello di avere una buona capacità di affrontare brani di Be Bob con un linguaggio idoneo ad un musicista, quinti padronanza ritmica-melodica armonica con lessico-conoscenza appropriata dell’ armonia del Be Bop e Latin Jazz.

Le materie comprese sono Arrangiamento, laboratori sul ritmo, lettura a prima vista, 2 laboratori sul bebop e latin jazz e storia della musica.

Gli esami del 3°livello

Il test del terzo prevede le prove del secondo con difficoltà diverse.

Verranno inserite strutture latin jazz, ideomi di vario genere sul latin jazz, ritmi scritti che riguardino il latin jazz e il be bop, una prova di lettura a prima vista, un test sulla storia del jazz più un approfondimento del bebop sotto forma di tesina.

Un percorso didattico serio non dovrebbe mai lasciare ne dubbi ne la possibilità di non aver capito l’obbiettivo che si cerca! Negli ultimi anni il CEMM ha rinnovato la didattica e i docenti, tutti altamente formati e soprattutto dei musicisti VERI!

Questo percorso così strutturato, da la possibilità di interagire con diverse materie che porteranno alla completezza di un percorso professionale, o meglio, alla consapevolezza che la MUSICA è UNA COSA SERIA!

I Livelli PROPEDEUTICI

I livelli propedeutici sono due e danno la grande possibilità di recuperare e/o colmare lacune che spesso sono di una grandissima importanza per poter iniziare un percorso didattico serio ed avere chiaro quello che lo studente studia.

I livelli PROFESSIONALI

Il Primo Livello

È il primo di quattro e non è necessario accedere per forza al primo ma, con un test appropriato, lo studente verrà collocato al livello che gli compete. I requisiti sono una conscenza di base delle nozioni che possano permettere al docente di dare inizio ad uno studio organizzato delle forme base del blues e del bebop iniziando a creare materiale essenziale, come la pronuncia jazzistica sulle forme semplici, e inserendo aspetti ritmici, metrici, melodici e armonici. Il corso prevede : Armonia, Tecnica d’improvvisazione, Storia della Musica, Eartrainig, Performer laboratori.

Gli esami del 1°livello

Gli esami devono permettere di verificare allo studente il suo effettivo grado di preparazione, senza mezzi termini e si svolgeranno davanti a una commissione di jazzisti affermati o didatti che possano realmente valutarne la preparazione . I test di Armonia che saranno strutturati in 4 livelli (quindi uno per livello) saranno suddivisi i in una parte scritta e una orale Al test di armonia bisognerà aggiungere un test scritto di ear-trainig e un test orale per l’approccio teorico ritmico

Il Secondo Livello

Si richiede un uso consapevole dell’ armonia inerente al 2°livello (vedi programma) in più vi saranno le prove di ear-trainig ,-storia della musica e la prova di performer. Qui vi saranno almeno 2 laboratori obbligatori per il bebop tra cui uno di blues.

L’obbiettivo musicale è quello di suonare o cantare uno standard con un lessico che porti alla consapevolezza dell’uso isometrico o isoritmico degli accenti, collocazioni armoniche reali rispetto all’ armonia funzionale o tonale.

Gli esami del 2° livello

Oltre a quanto richiesto per il 1° livello la commissione chiede un esercizio di lettura a prima vista di un brano dato al momento.

Il Terzo Livello

Deve dare una svolta al musicista che frequenta il corso professionale infatti si richiede un lessico maturo, e una conoscenza appropriata dell’aspetto della tradizione del jazz .

L’obbiettivo è quello di avere una buona capacità di affrontare brani di Be Bob con un linguaggio idoneo ad un musicista, quinti padronanza ritmica-melodica armonica con lessico-conoscenza appropriata dell’ armonia del Be Bop e Latin Jazz.

Le materie comprese sono Arrangiamento, laboratori sul ritmo, lettura a prima vista, 2 laboratori sul bebop e latin jazz e storia della musica.

Gli esami del 3°livello

Il test del terzo prevede le prove del secondo con difficoltà diverse.

Verranno inserite strutture latin jazz, ideomi di vario genere sul latin jazz, ritmi scritti che riguardino il latin jazz e il be bop, una prova di lettura a prima vista, un test sulla storia del jazz più un approfondimento del bebop sotto forma di tesina.

Il Quarto Livello

L’obbiettivo del 4 livello è improntato sul HARD BOP e richiede una conoscenza poliritimica applicata e una conoscenza avanzata delle forme del jazz tradizionale fino all’ hard bop.

Qui vi saranno almeno 2 laboratori obbligatori per l’HARD BOP

Gli esami del 4°livello

Forme basate sui principi pentatonici, intervalli nucleo, studio avanzato delle multimetrie e relative variazioni.

“Coltrane Change” derivati dalle strutture naturali, accordi derivati dalle superimposizioni e non più legati all’armonia funzionale. Attenzione! ..per pentatonico non s’intende un uso delle comuni scale pentatoniche bensì, un riferimento alle costruzioni melodiche di stampo coltraniano.

Studio dei brani hard bop (fast) e analisi stilistico–meloritmica delle superimpositions in relazione alla costruzione dei sistemi naturali.

Tutto quanto concerne il percorso di armonia, ear-training e storia della musica con analisi dei vari esponenti del periodo, Monk compreso.

Si richiede, in conclusione del corso, la presentazione di una tesi personale su un argomento o un autore dei periodi hard bop o bebop.

Docente

Contattaci subito
Contattaci subito per avere più informazioni

Contatti