Daniele Cavallanti

corso sassofono-diploma-professionale

Sono nato a Milano, il 6 Giugno 1952. Inizia ad ascoltare Jazz e a studiare il sassofono a 14 anni con il clarinettista classico M.° Ezio Zappatini (sax alto per quattro anni e clarinetto per due anni), presso la Civica Scuola di Musica di Sesto S.Giovanni.
Nel ‘70 forma il GRUPPO CONTEMPORANEO con il trombettista Guido Mazzon e il pianista Gaetano Liguori.
Nel ‘71/’75 suona, nel circuito del Pop Italiano dell’epoca, con il gruppo AKTUALA, gruppo sperimentale che si dedica ad una world music/fusion di jazz/blues e musica etnica con il multistru-mentista Walter Maioli.
Nello stesso periodo suona anche nel quartetto della pianista romana Patrizia Scascitelli.
Nel ‘76/’77 forma il quartetto MUZIC CIRCO con il bassista Roberto Bellatalla, il batterista Filippo Monico ed il sassofonista Edoardo Ricci e guida un suo trio con Monico ed il bassista Roberto della Grotta, un trio quartetto con le collaborazioni del trombonista austriaco Radu Malfatti ed il bassista americano Raphael Garrett.
Dal ‘78 all’80 vive ad Amsterdam dove forma il suo quartetto con Bellatalla, il trombonista olandese Walter Wierbos ed il batterista australiano Petro Nikiruy.
In questo periodo suona anche con il violoncellista Tristan Honsinger ed il sassofonista Sean Bergin che è molto importante per la sua formazione ed approccio al sassofono, così come contatti e scambi con i sassofonisti americani David Ware e Marty Eirlich.
Dall’80 è di nuovo a Milano ed entra nella DEMOCRATIC ORCHESTRA MILANO del compositore e fagottista Dino Mariani
Nel Dicembre ‘80 forma il gruppo NEXUS con il batterista Tiziano Tononi, il bassista Paolino Dalla Porta, il trom-bonista Luca Bonvini e il trombettista Pino Minafra.
Nei primi anni 80 lavora con l’Orchestra Swing NEW FORTIES BIG BAND e con un ottetto di sassofoni be-bop.
Dall’80 all’83 studia armonia ed arrangiamento con il compositore/arrangiatore Angiolo Tarocchi con cui forma, nell’89, la band di 13 elementi JAZZ CHROMATIC ENSEMBLE.
Nel Febbraio ‘90 tiene una serie di concerti con Tiziano Tononi, il pianista Stefano Battaglia ed il grande bassista americano Barre Phillips.
Dal ‘91 ad oggi forma il suo quartetto con Battaglia, Tononi e il bassista Piero Leveratto con cui registra nel ‘93 con Dewey Redman come ospite; suona con l’ITALIAN INSTABILE ORCHESTRA, nel gruppo del trombonista ro-mano Giancarlo Schiaffini e nella prima edizione (1992/93) della G.O.N. (Grande Orchestra Nazionale) creata e diretta da Giorgio Gaslini.
Nel ‘93/’94 ha soggiornato a Los Angeles dove ha collabora-to con il chitarrista Nels Cline.
Dal 2006 fa parte stabilmente del Sestetto della cantante Tiziana Ghiglioni. Dall’autunno dello stesso anno è co-leader insieme a Walter Donatiello (chitarra) del Black Hole Quartet, progetto che vede la partecipazione di Michelangelo Flam-mia (basso elettrico) e Tiziano Tononi (batteria).
Durante la sua carriera ha suonato, fra gli altri, con Enrico Rava, Giorgio Gaslini, Giancarlo Schiaffini, Oliver Lake, Leroy Jenkins, Gianluigi Trovesi, Glenn Ferris, Mark Dres-er, Herb Robertson, Jean-Jacques Avenel, Oliver Johnson, Radu Malfatti, Raphael Garrett, Andrew Cyrille, Nels Cline, William Parker, Barre Phillips, Evan Parker, Paul Lytton, Maggie Nicols, Dewey Redman, Muhal Richard Abrams, Cecil Taylor, Roswell Rudd, Michel Godard, Willem Breuker, Wolter Wierbos, Elliot Sharp, Anthony Brax-ton, Steve Swell, Joe Fonda e, con Nexus e l’Italian Instabile Orchestra, ha tenuto concerti in tutta Italia e in Francia, Germania, Svizzera, Austria, Olanda, Belgio, Finlandia, Spagna, Portogallo, Giappone, Stati Uniti e Canada.

Dall’80 ha svolto un’intensa attività didattica sia privatamente sia, per alcuni anni, ai corsi dell’Apertura Serale presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e la scuola privata Accademia di Musica Moderna di Verona. Attualmente insegna sassofono al Dipartimento di Fiati della scuola di musica “CEMM” di Bussero (MI) dove è anche direttore del workshop orchestrale “Creative Jazz Ensemble”.
Dal 2013 a tutt’oggi forma: A World of Sound Quartet con Gianluca Elia al sax tenore, Gianluca Alberti al basso e Tony Boselli alla batteria, rilegge Wayne Shorter, e non solo, con il quintetto Last Hope Sound con il pianista Alberto Tacchini, Luca Calabrese alla tromba, Valerio Della Fonte al basso e Tiziano Tononi alla batteria, dirige il Brotherhood Creative Trance Music Ensemble e, nel giugno 2014 crea il Milano Contemporary Art Ensemble, un’orchestra di 13 tra i migliori musicisti milanesi, espressione di una ben precisa, e storica, scena jazzistica della città di Milano.

 

Seguimi sui social

Corsi tenuti