Mattia Lappano

iMatt-5.1 copia

CANTANTE – INSEGNANTE DI CANTO

Principali esperienze professionali

Mattia Lappano nasce a Cosenza nel 1994.
Viene influenzato positivamente dai vari componenti della famiglia nell’apprezzamento delle arti, quali la musica, la pittura e la danza.
Il padre, musicista (trombonista) e docente di conservatorio, stimola il figlio ad allenare e sviluppare l’orecchio musicale tramite l’ascolto di vari generi.
Inizia la sua fase di studio e apprendimento musicale grazie all’insegnante di canto lirico e moderno Silvana Gaeta;qui si concentra sulle conoscenze del proprio strumento e sulle tecniche basilari come la respirazione e l’impostazione del suono.
Nel frattempo partecipa a seminari e masterclass per arricchire il proprio bagaglio musicale, personalizzandone lo stile; tra questi, di maggior rilievo, citiamo quelle di Luca Jurman, Giuseppe Anastasi, Roberta Faccani(ex voce dei Matia Bazar).
Successivamente prosegue il suo percorso di apprendimento con l’insegnante di canto jazz e musica leggera Paola Zigoi; qui sviluppa i colori della sua timbrica vocale, la sua conoscenza musicale, l’improvvisazione jazzistica e blues, la respirazione e la produzione dei differenti suoni e stili attraverso la conoscenza dell’apparato vocale.
Al tempo stesso partecipa a svariati seminari, che miravano ad insegnare le tecniche della comunicazione applicate al canto ed il giusto comportamento scenico da adottare, con i maestri Silvia Beillard, Paola Folli (vocal coach di X factor), Laura Fedele, Randolph Matthews, Sagi Rei, Francesco Rapaccioli.
Partecipa a diversi concorsi canori e talent show quali : “X factor”,“The Voice of Italy”,”Una voce per Sanremo”, “Tour Music Fest”.
Si esibisce in coppia con Simona Bencini, voce dei “Dirotta su Cuba”, durante la settima edizione del festival “Musica leggera italiana”.
Come cantautore partecipa a masterclass dirette da Roberto Casalino (autore di Mengoni, Giusy Ferreri, Nina Zilli e Annalisa), Valter Sacripanti (batterista e produttore di Nek) e presso la “Tenuta dei ciclamini” con il grande maestro Mogol.
Attualmente performa con differenti formazioni musicali, proponendo una rivisitazione dei vari generi musicali e dei propri inediti come cantautore.
Il suo insegnamento applica le conoscenze della scuola di Jacobs miranti ad una riabilitazione del pensiero musicale e alla riduzione delle tensioni muscolari.
La meta è: “Emozionarsi e saper emozionare”.